>> Assicurazioni Banche Online Borsa e Mercati Carte di Credito Investimenti Mutui Bancari Prestiti Personali Risparmio >>
,

Home Page + Borsa e Mercati + Le Azioni in Borsa : Tutto sulle azioni in borsa online anche su internet.

Mappa del sito

LE AZIONI IN BORSA

LE AZIONI
Le azioni sono titoli che conferiscono a chi le possiede la qualità di socio. non possono essere emesse per una somma inferiore al loro valore nominale; inoltre, esse sono indivisibili, di uguale valore e conferiscono ai loro possessori uguali diritti. Le azioni di tutte le società aventi sede legale in Italia devono essere nominative. Abbiamo diverse categorie di azioni e le distinguiamo in azioni ordinarie, azioni quotate, azioni privilegiate, azioni di risparmio, azioni postergate e azioni a favore dei dipendenti.

AZIONI ORDINARIE
Per motivi di carattere fiscale le azioni ordinarie devono essere nominative. Il possesso di azioni ordinarie comporta, oltre all'acquisizione dello status di socio, una serie di diritti patrimoniali e amministrativi. A fronte di questi diritti, l'azionista ha anche alcuni obblighi nei confronti della società, fra i quali spiccano l'obbligo del conferimento e l'obbligo di non esercitare il diritto di voto nei casi in cui il socio abbia un interesse in conflitto con la società.

AZIONI QUOTATE
Il d.lgs. 58798 prevede una disciplina specifica per le società con azioni quotate. Anzitutto sono previsti obblighi di comunicazione:coloro che partecipano a una società in misura superiore al 2% del capitale devono darne comunicazione alla società partecipata e alla CONSOB. Lo stesso obbligo scatta al superamento delle seguenti soglie di partecipazione: 5%, 7,5%, 10% e successivi multipli di 5%. Allo stesso modo, gli eventuali patti fra soci relativi all'esercizio del diritto di voto devono essere comunicati alla CONSOB entro cinque giorni dalla stipulazione e pubblicati sulla stampa quotidiana entro dieci giorni.
Occorre infine rilevare come anche le azioni quotate a partire dal gennaio 1999 sono negoziate in euro e sono state oggetto della "dematerializzazione". Ne segue che i titoli azionari non sono più rappresentati da titoli cartacei ma solo da scritture contabili.

AZIONI PRIVILEGIATE
Per azioni privilegiate si intende quella categoria di azioni che attribuisce ai possessori un diritto prioritario in sede di ripartizione degli utili e di rimborso del capitale. A fronte di ciò sono previste limitazioni nel diritto di voto. Le azioni privilegiate sono infatti azioni a voto limitato che attribuiscono tale diritto solo nelle assemblee straordinarie. Non possono superare la metà del capitale sociale e sono  escluse dal computo del quorum dell'assemblea ordinaria. Inoltre la possibilità di emettere azioni privilegiate favorisce la raccolta di risparmio da parte delle imprese.

AZIONI DI RISPARMIO
Questa categoria di azioni è caratterizzata dal fatto di essere priva del diritto di voto, ma di godere di particolari privilegi di natura patrimoniale. Le azioni di risparmio, al contrario al contrario di quelle ordinarie, possono essere sia nominative sia al portatore e possono essere emesse solo dalle società quotate in borsa. L'emissione delle azioni di risparmio può avvenire sia in sede di aumento di capitale che di conversione di azioni già esistenti: il diritto di conversione è attribuito ai soci con deliberazione dell'assemblea straordinaria.

AZIONI POSTERGATE
Con il termine "postergate" si intendono due categorie di azioni: quelle a voto limitato e quelle di godimento. Queste non danno alcun diritto di voto ma concorrono alla ripartizione di un eventuale utile residuo dopo il pagamento ai possessori delle azioni non rimborsate di un dividendo pari all'interesse legale. Non è invece ammessa l'emissione di azioni di voto plurimo, anche se nella realtà ancora continuano a esistere quelle emesse prima dell'entrata in vigore del codice civile.

AZIONI A FAVORE DEI DIPENDENTI
Con queste azioni le società possono emettere speciali azioni da assegnare singolarmente ai prestatori di lavoro con norme particolari riguardo alla forma, al modo di trasferimento e ai diritti spettanti agli azionisti. Per non creare possibili squilibri finanziari il legislatore ha stabilito che questo tipo di azioni possa essere emesso per un ammontare massimo che non deve superare l'utile conseguito dalla società e inoltre che il capitale sociale debba essere aumentato in misura corrispondente. L'emissione di tali azioni favorisce l'integrazione tra lavoratori e società riuscendo a creare un ponte tra categorie di interessi normalmente contrapposte.  


LE PRINCIPALI BORSE
Atene - Budapest - Casablanca - Francoforte - Italiana - Madrid - New York - Parigi -  Shanghai - Stoccolma - Tokyo


Copyright © Mondobusiness.net 2008 Business | Tutti i diritti riservati.