Businesse Online  
>> Assicurazioni Banche Online Borsa e Mercati Carte di Credito Investimenti Mutui Bancari Prestiti Personali Risparmio >>
,

Fai www.mondobusiness.net come Pagina Iniziale Inserisci www.mondobusiness.net nei preferiti Manda una email

Home Page + Mutui Bancari : Tutto sui migliori mutui bancari anche su internet.

Mappa del sito

MUTUI BANCARI

MUTUI
Il mutuo è il contratto con cui una parte consegna all'altra una certa quantità di danaro o di altre cose fungibili (cioè suscettibili di essere sostituite con altre in quanto la loro identità non è essenziale) e l'altra parte si impegna a restituire la stessa quantità di denaro o di cose entro un certo termine che le parti fissano di comune accordo. con il contratto di mutuo, che si perfeziona soltanto con la consegna delle cose o del danaro, il mutuatario, cioè colui che riceve il prestito, acquista la proprietà delle cose o del danaro stessi e quindi ne può disporre a suo piacimento, salvo l'obbligo di restituzione che riguarda non quelle stesse cose che gli sono state consegnate, ma altre, purché siano di uguale genere qualità e quantità. Se le parti nel loro accordo non hanno stabilito diversamente, il mutuatario è per legge tenuto a corrispondere al mutuante gli interessi. Sono vietati gli interessi usurari e la clausola che eventualmente li prevedesse è nulla. Il mutuo (o prestito di consumo) si differenzia dal comodato (o prestito d'uso) perchè quest'ultimo è essenzialmente gratuito e ha per oggetto cose che possono essere usate più volte ( come ad esempio un vestito e non del cibo). Di tali cose il comodatario, cioè chi li riceve in prestito, acquista, in seguito alla consegna, non la proprietà ma la semplice detenzione. 
I mutui sono concessi dalle Banche, Istituti di Credito e Società Finanziarie. Le rate possono essere concesse con quote fisse di rimborso, comprendenti ammortamenti progressivi del capitale e interessi predeterminati a tasso fisso, o con quote di ammortamento e interessi a tasso variabile. La durata dei mutui concessi solitamente da 5 a 30 anni, ma oggi come oggi a causa dei salari troppo bassi alcune istituti bancari arrivano a 40 se non a 50 anni. Per quanto riguarda la copertura, il mutuo copre generalmente 80% del valore dell'immobile; ma anche qui alcuni istituiti finanziano fino al 100% del valore, normalmente a condizioni più onerose o con richiesta di molte garanzie.  La richiesta del mutuo di solito viene fatto per acquistare, costruire o ristrutturare la propria abitazione principale e quindi prima casa ma anche per acquistare o ristrutturare la casa per le vacanze ovviamente risulterà seconda casa ma non solo per tutto quello che riguarda l'immobile in genere

CLASSIFICAZIONE DEI MUTUI
Gli elementi essenziali che contano nei contratti di mutuo sono:
tasso di interesse;
durata;
tipo di garanzia aggiuntiva oltre quella ipotecaria.
Il tasso di interesse che viene applicato al finanziamento determina la tipologia dei contratti di mutuo e cioè:
Contratto a tasso fisso: quando la rata del mutuo non varia durante la durata del prestito.
Contratto a tasso variabile: quando la rata del mutuo varia in dipendenza di determinati parametri che possono essere i tassi del mercato monetario e finanziario. Sui parametri di base può essere applicato una maggiorazione per aumentare il rendimento.
Contratto misto: abbiamo l'applicazione in tempi determinati e successivi, sia del tasso fisso che del tasso variabile.
Contratto con tasso d'ingresso: cioè, per i primi mesi mesi o comunque per un certo periodo iniziale, viene applicato un tasso ridotto. Alla scadenza di detto periodo, è prevista l'applicazione dell'usuale tasso fisso e/o variabile corrente al momento della scadenza.
Succede perciò che ogni banca, gestendo nella maniera più opportuna gli elementi essenziali che abbiamo detto sono tasso, durata e tipo di garanzia aggiuntiva ecc. costruisce "prodotti" ad hoc che possono soddisfare le richieste del mercato, nonché le necessità di tutti i cittadini.

OTTENERE UN MUTUO
Il contratto di mutuo, fra tutti i contratti tipici, costituisce una delle più lunghe e complesse fasi precontrattuali.
Viene consentita una  libertà alle parti, e le azioni che conducono all'erogazione di solito variano anche di molto da caso a caso, ma di solito l'iter procedurale la potremmo riassumere in queste fasi:
Apertura dell'istruttoria:
il cliente presenta la richiesta di concessione di mutuo, indicando tutti i dati tecnici ed economici necessari al mutuante per la valutazione preliminare della domanda e che riguardano tanto l'aspetto delle condizioni economiche del richiedente quanto quello che riguarda lo scopo della richiesta del mutuo; normalmente si produce tutta la documentazione accessoria cioè compromesso, atto di provenienza del bene da acquistare, documentazione catastale, etc.
Perizia ed susseguenti accertamenti:
tutti quei beni che sono stati presentati a garanzia del credito devono essere esaminati da un perito di fiducia del mutuante, il quale deve una volta individuato con accuratezza, descriverne consistenza e caratteristiche giuridiche e tecniche ed indicarne il valore; a seconda dei casi possono svolgersi altri accertamenti in ordine a particolari situazioni di fatto e di diritto.
Chiusura dell'istruttoria:
l'istruttoria, una volta esaminate tutte le condizioni economiche e di diritto riguardanti la qualità del soggetto richiedente e della garanzia proposta, si chiude se tutto va bene con la delibera di concessione ovvero se va male  con la mancata concessione; in quest'ultimo caso, si comunica al mutuatario di non accoglimento della domanda è più frequentemente trasmessa in modo del ovviamente informale e che la maggior parte delle istruttorie non andate a buon fine non hanno una chiusura formale.
Atto di mutuo:
con l'atto di mutuo il contratto entra in pieno regime producendo i suoi effetti, il mutuante consegna il capitale erogato al mutuatario e vengono eseguite le formalità relative alla garanzia prestata di solito iscrizione di ipoteca. E quindi come abbiamo riscontrato ci sono due atti di mutuo per ciascuna pratica: il primo, detto "atto condizionato" che sancisce con una certa approssimazione le condizioni contrattuali che sarebbero state applicate, mentre il secondo, detto "atto definitivo", di perfezionamento dell'operazione con una virtuale posticipazione rispetto al contratto di compravendita immobiliare cui l'operazione di mutuo si legava.

LE PRINCIPALI BANCHE CHE RILASCIANO UN MUTUO
Le principali banche italiane che rilasciano un mutuo:

MUTUO BNL
Se vuoi comprare casa la banca BNL da la possibilità di avere un tasso fisso per tutto il finanziamento con rata costante e durata anche fino a anni. E se non potete venire voi in banca veniamo noi grazie ai nostri consulenti.
MUTUO BANCA MONTEPASCHI
Mutuo a tasso fisso per l'acquisto e la ristrutturazione della "prima casa" con rimborso a rate costanti mensili nel periodo ma crescenti nel tempo. E' previsto un periodo di preammortamento; a questo mutuo possono accedere i privati.
MUTUO INTESA SANPAOLO
Progetto Giovani Mutuo Sì questa è l'offerta della banca intesa Sanpaolo che ti permette di richiedere fino a 250.000 euro di mutuo, durata fino a 40 anni per il tasso fisso. Senza spese di istruttoria.
 
MUTUO UNICREDIT
UniCredit Banca unisce un'ampia gamma di soluzioni a consulenti altamente qualificati, il binomio ideale per: l'acquisto, la ristrutturazione e  la costruzione della tua casa.
I consultenti sono a vostra disposizione per sceglierei il mutuo che fa per te.
 

PRINCIPALI SITI DOVE RICHIEDERE UN MUTUO
Mutuionline.it - Mutuonet.it - Mutui.com - MutuiBanche.it - MigliorMutuo.it - Telemutuo.it


Copyright © Mondobusiness.net 2008 Business | Tutti i diritti riservati.